L’armocromia e l’arredamento

ARMOCROMIA, QUESTA SCONOSCIUTA

Il termine è diventato una vera e propria tendenza sui social, in particolar modo su Instagram e TikTok, e la pratica una devozione, un culto per gli appassionati. L’armocromia nasce come uno dei tanti step della consulenza di immagine della persona. Il suo scopo? Il nome stesso ci da un suggerimento: armonia tra le cromie. Il tutto sta nell’identificare la palette di colori ideale che valorizzi l’incarnato, gli occhi ed i capelli della persona, facendola immediatamente apparire più bella, più in forma e più giovane.

Queste palette rappresentano i 4 principali gruppi al cui interno possiamo “classificare” le colorazioni dell’individuo. Si dividono in Inverno, Primavera, Estate ed Autunno.

Dal Libro Armocromia di Rossella Magliaccio.

Tuttavia, l’armocromia in questi ultimi tempi si sta spingendo oltre il “solo vantaggio” dell’organizzazione di un guardaroba coerente ed in linea con la propria immagine. I così chiamati “colori amici” si stanno facendo strada anche nel mondo dell’interior design. La tematica è su come abbinare i colori in casa seguendo particolari ed affascinanti schemi.

Così come per il personal style, anche lo smaniato abbinamento di colori in casa può risultare estremamente stucchevole. Sarebbe una migliore soluzione adottare un colore dominante, esaltato da uno complementare, piuttosto che uno smodato “matchy-matchy”.

Arrivano allora queste palette a rimescolare le carte in tavola per aiutarci a formare suggestivi abbinamenti cromatici! Al fine di non errare, è una regola d’oro che tutti i colori in casa appartengano ad uno stesso sottotono caldo o freddo.

Guida di irrinunciabile importanza è la temperatura del pavimento.

Ecco degli esempi su come queste palette influiscano sull’arredamento:

 

 

 

La palette estate dai colori freddi e chiari genera dei toni delicati e freschi.

 

 

 

 

 

 

 

La primavera ha sempre colori chiari ma molto più caldi, per un effetto notevolmente brillante e giocoso.

 

 

 

 

 

 

L’autunno è avvolgente e grazie ai suoi toni caldi ma dalla bassa intensità, scuri e terrosi.

 

 

 

 

 

L’inverno ha una gamma di colori scuri, intensi e freddi che possono creare degli accostamenti di gran classe ed eleganza.

 

 

Foto da Unsplash.

La casa è un prolungamento di noi, della nostra personalità, di gusti, e la giusta scelta di colori ed abbinamenti è fondamentale alla riformulazione di uno stile che piace. Non di minor importanza è il saper suscitare emozioni diverse con gli accostamenti a seconda della funzione adibita ad una stanza.

È da tempo riconosciuta la proprietà dei colori che altera l’umore. Così come aiutano a migliorare quello umano, possono modulare anche il mood degli spazi, modificando la percezione dell’ambiente in base al quantitativo di luce che riflettono, veicolando queste “onde” nel fruitore dello spazio.

 
E tu? Di che palette sei? Quali #vibes desideri che emani l’interior design della tua casa?

Ricorda che Primavera ed Autunno ti aiutano a riscaldare e ad illuminare l’atmosfera, mentre Estate ed Inverno la intensificano. Adesso che ti sei imbattuto in questa nuova tendenza in materia di colori, sei pronto per concettualizzare e realizzare la tua idea di design.

 
Vai di personalità per abbattere la monotonia!

Svelati i colori Pantone 2021

Come accade ormai ogni anno dal 2000 ad oggi, l’azienda statunitense nota come Pantone, fondata nel New Jersey nel 1962, ha presentato quelli che saranno ufficialmente i colori rappresentativi di questo 2021.

La scelta del Pantone Color of the Year deriva da un’attenta valutazione delle analisi e delle tendenze. Infatti per arrivare alla scelta finale gli esperti del Pantone Color Institute esplorano la Terra in ogni suo angolo, alla ricerca di nuove influenze nel campo del colore. Tali influenze possono provenire da ambiti completamente differenti fra loro: dalla produzione cinematografica alle piattaforme dei social media, dalle gallerie d’arte agli eventi sportivi più importanti, dal mondo dello spettacolo alle mete turistiche più gettonate.

 

 

Ebbene, la scelta del colore, o meglio dei colori, per l’anno solare 2021 è ricaduta sul PANTONE 17-5104 Ultimate Gray e il PANTONE 13-0647 Illuminating. Questa combinazione, quasi impensabile, è stata ideata al fine di dimostrare l’unione di due colori differenti fra loro ma che si uniscono per farsi forza e supportarsi. Il messaggio che il brand vuole diffondere è quello della felicità rappresentata dal PANTONE 13-0647 Illuminating, legato ad una grande fortezza solida e affidabile, ossia il PANTONE 17-5104 Ultimate Gray. Quest’ultimo infatti è il simbolo della resilienza, ossia la capacità di un individuo di superare eventi traumatici e periodi di difficoltà.

Così descrive il binomio dei colori scelti Leatrice Eiseman, nonché l’executive director del Pantone Color Institute: “abbiamo bisogno di pensare che le cose torneranno a splendere; è un qualcosa di essenziale per la mente umana”.

Piccola curiosità: non è la prima volta che il brand seleziona due colori per rappresentare l’anno solare; infatti anche nel 2016 venne scelta una coppia di colori, allora rappresentata dal Rose Quarz e dal Blu Serenity.

Analizzando quindi la coppia di colori scelta quest’anno in relazione all’home design possiamo dire che la combinazione di queste due cromie esalta gli interni di qualsiasi casa aldilà dello stile d’arredo presente. Quel giallo luminoso infonde nell’ambiente luce e vitalità, mentre il grigio potrebbe essere la base da cui partire per decorare le pareti. Questa combo di colori è adatta sicuramente per gli uffici, gli ambienti scolastici e gli spazi commerciali.

Si spera vivamente che la scelta dei colori piena di significati e azzeccati dalla Pantone sia di buon auspicio per un 2021 migliore per noi e per il nostro pianeta.

 

Ecco i colori di tendenza per questo Autunno/Inverno 2019/2020!

Per ogni stagione il team del Pantone Color Institute redige il Pantone Fashion Color Trend Report, una panoramica sui colori che mette in evidenza le principali tonalità presenti alla NY Fashion Week per la stagione successiva. Poiché il colore sulle passerelle è un indicatore fondamentale dei colori che contraddistingueranno tutte le aree del design, il Pantone Fashion Color Trend Report è la guida alle principali tendenze cromatiche della stagione.

 

“I colori per l’autunno/inverno 2019/2020 sono molto vari: semplici e sofisticati, sorprendentemente diversi e unici”, ha detto Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute. “Questa palette di tonalità versatili trasmette un senso di sicurezza e motivazione e consente di scegliere di indossare i colori che meglio riflettono il nostro umore e personalità”.

 

I colori per la stagione autunno/inverno 2019/2020 riflettono il manifestarsi di sicurezza. Una palette viscerale, audace e forte, con colori riconducibili alla stagione invernale e che tuttavia presentano alcune variazioni inaspettate. Le combinazioni per l’autunno/inverno 2019/2020 esprimono la nostra ampia accettazione e desiderio di colore.

 

Una nota particolare va fatta per quello che sarà il color Pantone 2020, ossia Bluestone Pantone 18-4217, un colore vivace intenso che ricorda il cielo ed il mare, che suggerisce profondità, saggezza, intraprendenza.
Vi piace?

 

E quindi… via libera al colore!

 

 

 

La prima impressione è … l’ingresso di casa

Minimalista o ricco di dettagli, discreto oppure creativo, l’importanza dell’ingresso della casa viene spesso sottovalutato … eccovi qualche consiglio per renderlo accogliente e funzionale qualsiasi sia la dimensione!


1 – Parola d’ordine “Personalizzare”

L’ingresso è parte integrante della casa e per questo deve essere studiato con attenzione per risultare in armonia con il resto degli ambienti. Le soluzioni per personalizzare l’ingresso sono infinite: specchi a parete, carta da parati o pareti dai colori soft o vivaci.

2 – La luce giusta

Che ci sia una sola fonte luminosa o più sorgenti (ad esempio, faretti incassati o lampade a parete) la qualità della luce andrà studiata in base alle dimensioni degli elementi (grandezza della lampada e distanza dal pavimento) e alle caratteristiche di ogni corpo illuminante (watt, temperatura, resa luminosa) … La tipologia di illuminazione segue tantissime variabili!

3 – La porta d’ingresso fa davvero la differenza

Realizzata in acciaio, alluminio o legno, la scelta deve essere perfettamente in linea con lo stile della casa. Oltre alla sua finitura, la porta d’ingresso deve essere bene isolata al fine di limitare suoni, rumori e la dispersione del calore. Un altro aspetto da considerare è la luminosità. Nel caso in cui l’ingresso risulti troppo buio e cupo, meglio optare per una porta con dei vetri in grado di lasciare passare la luce naturale durante il giorno.

4 – Non dimenticare mobili, complementi …

Dotare lo spazio di elementi d’arredo utili, come una consolle o una madia, che fungano da contenitori e da “svuota tasche”. Un luogo dove riporre chiavi, telefono o oggetti di cui liberarsi non appena si varca la soglia di casa.
Quando si sceglie l’arredamento occorre fare diverse valutazioni, come la dimensione dell’ingresso e la disposizione degli ambienti della casa.  Vi consiglio di prendere in considerazione mobili poco ingombranti, optando per soluzioni funzionali e al tempo stesso decorativi. Una buona idea potrebbe prevedere l’inserimento di particolari appendiabiti per coniugare stile e funzionalità.

5 – e nemmeno le piante!

Dalle specie ricadenti agli esemplari fioriti, le piante più indicate per dare un “tocco green” all’ingresso di casa, sono davvero tantissime.

E ora a te la parola! Come hai arredato il tuo ingresso? Quali sono gli elementi che non possono mancare per renderlo accogliente?

Scandola: qualità, design, amore per l’ambiente!

Tre dei valori che mi rendono orgogliosa di essere rivenditrice di SCANDOLA, un’azienda veronese molto conosciuta per la volontà di coniugare tradizione e modernità.

“Reinterpretazione della tradizione in chiave moderna” è, infatti, uno dei concept che caratterizzano gli arredi firmati Scandola; dove il design è in grado di coniugare presenza estetica e funzionalità.

Nelle loro creazioni convivono materiali estremamente innovativi, come l’ecocemento, e il legno ricavato da vecchi fienili ed edifici alpini.

Ma un’altra caratteristica che apprezzo molto è l’attenzione e l’amore per l’ambiente: il legno proviene da zone soggette a rimboschimento controllato, le verniciatura utilizzate sono esclusivamente all’acqua, atossiche per l’uomo e per l’ambiente.

In particolare il legno proviene dalla Scandinavia, dove lunghi e freddi inverni garantiscono una crescita lenta degli alberi di abete rosso e di conseguenza comportano una qualità superiore della materia prima.

Colora la tua estate … con gli elettrodomestici Smeg!

Riconoscibilità, colore, affidabilità e design sono solo alcune delle caratteristiche che fanno di Smeg un’azienda italiana leader del settore!

– Piccoli elettrodomestici, frigoriferi, macchine per il caffe … tutto in un’ampia gamma di colorazioni originali e di carattere.

– Collaborazioni uniche: da Dolce&Gabbana alla Fiat 500 passando per Batman e la Disney

– Oggetti dal forte carattere estetico senza perdere di vista le prestazioni di alta qualità.

Insomma, è chiaro che gli elettrodomestici Smeg sono la sintesi di tecnologia, stile e design!

SALONE DEL MOBILE 2019 … cosa aspettarci?

 

 

 

Il Salone del Mobile di Milano è ormai alle porte!

Dal 9 al 14 aprile 2019 i padiglioni ospiteranno gli espositori nei vari saloni tematici: Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroLuce, EuroUfficio e SaloneSatellite. Il canonico FuoriSalone accompagnerà invece I Saloni con una esposizione complementare distribuita tra le strade di Milano.

Ma cosa rappresenta davvero questo evento? Il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli lo ha annunciato così: «Il Salone del Mobile non è solo una semplice fiera, ma qualcosa di più. È riuscita a entrare nell’immaginario collettivo per tutto quello che concerne il design. Possiamo dire che il design fa parte a pieno titolo del nostro patrimonio culturale. E va necessariamente protetto».

Qualche dato tecnico? Sugli oltre 205.000 metri quadrati di superficie netta espositiva saranno 2.350 gli espositori e di questi 550 i designer del Salone Satellite. Le aziende estere, escluse quelle del Salone Satellite, saranno il 34%. Per Workplace 3.0 saranno oltre 1.300 gli espositori per 149.500 metri quadrati di area; per Euroluce 421 espositori, di cui 48% esteri, su oltre 38.100 metri quadrati.

Ma analizziamo insieme le novità di quest’anno! Oltre alle biennali Euroluce e Workplace 3.0 la 58esima edizione sarà anche un omaggio al genio di Leonardo da Vinci, “precursore della relazione tra creativo e imprenditore”; per farlo, presso la Conca dell’Incoronata, troveremo un’installazione di grande qualità e dal forte potere evocativo!

Per tutte le tendenze e le altre novità … dovrete attendere il prossimo articolo!

Il 2019 è iniziato: scopriamo insieme le nuove tendenze!

Quali sono le tendenze per l’arredamento? Ve lo diciamo noi, approfondendo gli stili, i colori e i “must in cucina”!

Le principali tendenze di stile sono essenzialmente due: una forte spinta verso il minimalismo, tra forme squadrate e motivi geometrici, e la passione per il vintage (e ispirazioni déco) con materiali come rame e velluto. Due proposte che non si escludono l’una con l’altra ma si valorizzano a vicenda attraverso un sapiente accostamento di stili!

 Oro, argento e rosè: il 2019 è l’anno dei metalli

Essenzialità come già visto, ma anche complementi incredibilmente eccentrici in grado di trasformare ogni ambiente in un piccolo gioiello. Un mix di metalli dorati che si possono trovare in particolare in lampade, specchi, rubinetteria, decori e oggettistica, in netto contrasto con la leggerezza del vetro.

Eh già, perché il vetro sarà un altro indiscusso protagonista della casa: in soluzioni di stampe modernissime, serigrafie, soluzioni di vetro plissettato e temperato, senza escludere però la sua versione più semplice e “clear”.

 Relax dal sapore … “luxury”.

Grazie al ritorno del velluto e agli inserti metallici, le poltrone e i divani assumono un’importanza sempre maggiore: da soli riescono a rendere sofisticato qualsiasi ambiente e a donare un tocco vintage.

Per alcune tendenze che si confermano, una ci abbandona: addio ai colori pastello!

Come ben sapete, lo scorso anno è stato caratterizzato proprio dai tenui colori pastello … quest’anno, invece, si faranno spazio il Living Coral (colore Pantone 2019), il giallo limone, il blu elettrico, il verde scuro e il rosso intenso

Un tocco di colore sarà dato anche dagli elementi in rosa metallizzato, che già da ora stanno facendo capolini nelle scene dell’interior design: cornici, lampade da tavolo con stili geometrici e specchiere … un vero incanto!

 E infine, parliamo di Cucine!

Anche in un ambiente considerato “neutro”, come quello della cucina, potrete sbizzarrirvi con le nuove tendenze:

  • Marmo: Il materiale ideale per top e isole, ma anche taglieri, barattoli e piatti di portata!
  • Il nero: total black o solo inserti? Non importa: basta che sia presente con metalli, legno pitturato o pietra!
  • Infine, una tendenza che riguarda aspetto e disposizione: elettrodomestici coperti e stoviglie ben in vista. Avete capito bene, gli elettrodomestici sono sempre più nascosti, in pensili e armadi, mentre piatti, bicchieri, zuppiere e tazze vengono disposte su credenze, in armadietti a vetro o sulle mensole.

Cosa ne dite? Siete soddisfatti da queste novità?

 

“Living Coral” è il colore Pantone del 2019

Come ogni anno Pantone ha decretato il colore del 2019: si tratta di “Living Coral” (16-1546, i numeri si riferiscono al livello di luminosità, tonalità e “croma”) ed è una sfumatura di corallo energizzante e coinvolgente che fa subito venire voglia d’estate … preparatevi quindi a vederlo ovunque!!

Nell’annuncio della scelta Laurie Pressman, vice presidente di Pantone, ha spiegato che il Living Coral (“corallo vivo, acceso”) «rappresenta la fusione della vita moderna» e che è un «colore ricco, continuamente attorno ai noi nel mondo reale e insieme vivacemente presente sui social media».

«Ha un’essenza socievole e briosa», ha aggiunto, «e incoraggia a fare le cose con uno spirito leggero. Simboleggia il nostro innato bisogno di ottimismo e ricerca di gioia, rappresenta il nostro desiderio di giocosità».

Ma non solo! Tra gli elementi centrali della scelta di quest’anno c’è la natura: Living Coral ricorda infatti la barriera corallina e il vibrante colore del tramonto; “Questo colore ci si è imposto in un momento così delicato per l’ambiente” ha spiegato Pressman, “i cambiamenti climatici stanno sbiancando le barriere coralline cancellando i loro arcobaleni“.
Un colore, insomma, che guarda a tematiche importanti e che riporta in primo piano l’attenzione verso le problematiche ambientali … e per questo ci piace ancora di più!

A tutta geometria!

Sei un amante dell’ordine? I motivi geometrici sono proprio quello che cercavi per regalare un tocco di razionalità in più all’arredamento della tua abitazione.
Triangoli, motivi ripetuti e forme spigolose sono le ultime nuove tendenze del decòr di interni che “pulisce” l’ambiente e rende tutto un po’ più snello e moderno.

I triangoli sono la vera moda del momento capace di regalare all’ambiente un tocco scandinavo che caratterizza ogni atmosfera ordinata, ma senza rinunciare al colore: non limitarti al classico bianco e nero, scegli cuscini, tessuti e accessori (dalle lampade alle tazze…) estremamente colorati e spiritosi.

Non dimenticare i tappeti! Torna lo stile “patchwork” ma più moderno e accattivante. Si può scegliere il monocolore e giocare sui toni, spessori e fibra dei materiali, oppure decidere di osare con un mix di tinte diverse creando un pattern geometrico di sicuro effetto.
In bagno? Elementi modulari da combinare l’uno con l’altro, alternano, con orientamenti diversi o sfalsati, specchi e mensole capienti.
Ma attenzione a non cadere in errore!

  • Ricorda di non mescolare pattern diversi … la confusione è dietro l’angolo!
  • Seleziona! Non sostituire tutti i tuoi vecchi complementi d’arredo, aggiungi solo qualche dettaglio qui e là.
  • Gli ambienti della tua casa richiamano lo stile classico? Le geometrie non fanno al caso tuo!